CHI SONO

chi sono

 

Carol Marketing in pillole:

  • nel 2011 mi laureo con lode in “Economia e Management per le Cooperative e il no Profit”
  • dal 2011 al 2016 ho lavorato per alcune aziende e multinazionali in cui mi occupavo della comunicazione con i loro Clienti
  • il 2 gennaio 2017 apro “Carol Marketing”: ufficialmente autonoma inizio questa nuova esperienza a 360° che continua tutt’oggi.
  • dal 2018 inizia anche la mia avventura come insegnante di corsi e laboratori che spaziano dal marketing fino al coaching, tra cui:

“Progetto Oh!”, della  Cooperativa I Piosi e Fondazione Edulife
“Usare questo tempo per implementare le fasi del funnel” di Rinascita Digitale (giugno 2020)
– “Social Media Care” e “Social Media Manager” di Enac Verona
“Work Wide Woman: competenze digitali per gestire un coworking” di Penta Formazione e Regione Veneto

 

Un professionista lo riconosci dalla capacità di calare le sue conoscenze nel settore specifico del cliente. Carol è un’ottima professionista. È riuscita, dopo un breve confronto sulla nostra attività, a individuare strategie e consigli, cuciti proprio su di noi e sulla nostra azienda. Grazie!

– Lorenzo Marzolla-

IL MIO MANIFESTO ETICO

Credo negli imprenditori responsabili, credo nel consumatore che oggi non si limita a comprare senza conoscere quello che ci sta dietro, credo che ognuno di noi si meriterebbe un mondo migliore in cui poter vivere.

Credo che tutti abbiano qualcosa di buono dentro, ma credo anche che finché questa cultura individualista, egoista e attaccata ai soldi non verrà scardinata, sarà difficile farlo emergere.

Credo che per fare questo non ci sia bisogno di calpestare nessuno, di uccidere o torturare animali e tanto meno distruggere la nostra madre terra.

Credo anche che qualunque azienda, profit o no profit, abbia la possibilità e il dovere di dare un contributo nella realtà in cui opera e che la differenza la fa solo la volontà di migliorarsi e di credere che siamo tutti connessi gli uni agli altri.

Credo che la voglia di continuare a portare avanti business obsoleti focalizzati solo sul profitto voglia dire che non si è capito nulla di come stia andando il mercato, e credo che sarà impossibile sopravvivere rimanendo indietro mentre tutti gli altri avanzano.

Credo che per credere, serva una forte morale.

Ecco, allora vediamo di cambiare un po’ le cose insieme.

 
– Un chiaro omaggio al film “Radio Freccia”- 

 

Professionale, concreta, diretta e affidabile. In pochissimi mesi mi ha aiutata a mettere ordine alle idee e non solo abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, ma li abbiamo superati!

Non è una semplice consulente, ma è anche una formatrice eccellente. Grazie Carol! ❤️

– Cristina Soranzio-

LA MIA STORIA

Nata nell’anno in cui usciva la “Storia Infinita” in un freddo giorno di dicembre, ho trascorso la mia infanzia con le mie nonne, una veneta e una calabrese, che mi hanno cresciuta come una piantina nuova di zecca, innaffiandomi con il loro sapere, trasmettendomi le loro tradizioni e riscaldandomi con i modi di fare di ognuna. 
AFORISMA
Da sempre insofferente verso il sistema, inteso come una serie di modelli prestabiliti e compartimenti stagni, covo dentro di me un forte senso di giustizia al quale, nel tempo, cerco di dare sempre più voce.
Finito il liceo ho trasformato questo bisogno nel voler conoscere e comprendere le altre culture, nel capire che noi non siamo al centro del mondo.
Da qui, il mio periodo a Bologna, dove studiavo Antropologia culturale: periodo ricco di esperienze e contemporaneamente uno dei più tosti.
Risultato? Ne esco una donna consapevole. 
 
Peccato che il mondo mi abbia accolta con un ghigno tra il sadico e il compassionevole, poco spazio ai sognatori.
 
Vengo catapultata nella realtà, in cui per vivere bisogna lavorare e, per lavorare, gli ideali (primo fra tutti la ricerca del giusto) servono a ben poco.
Accantono la mia laurea di antropologia culturale e, approfittando di una riforma universitaria, mi iscrivo alla facoltà di economia ma con un’accezione particolare: economia e management per le cooperative e il no profit.
Una bellissima esperienza in cui inizio a centrarmi come persona: forse ho trovato la mia strada.
Ma anche qui, una volta finito il percorso, sbatto contro le porte del mondo, ad una delle sue facce più inquietanti.
Scelgo di cambiare, di lanciarmi nel mondo del lavoro in un mercato in cui l’economia sta crollando. Siamo nel fantastico anno 2011.
Iniziano cosi’ una serie di eventi e lavori che rasentano il surreale, tra cui un’esperienza in Germania dalla quale ritorno annientata.
In mezzo alle mie macerie ecco la svolta: una posizione provvisoria nel reparto marketing di una struttura alberghiera e la scelta, una volta terminato, di aprirmi P.Iva.
Lì si danza alle mie regole.
Era il momento di dare il massimo a chi davvero apprezzavo e che non mi avrebbe mai voltato le spalle: me stessa.
Il primo anno, senz’altro complicato, è stato quello in cui ho imparato sulla mia pelle cosa vuol dire essere una imprenditrice.
Gli anni successivi, sempre con calma e con costanza, ho iniziato a raccoglierne i frutti.
 
Ricordo ancora i primi lavori in cui il cliente mi ringraziava per quello che avevo fatto per lui e il suo business. Poche volte mi era capitato nel mondo dipendente.
 
Ho preso sempre più fiducia nelle mie capacità e alla soglia del 4° anno sono pronta a ridar voce a qualcosa che avevo dovuto accantonare tanti anni fa: il mio senso di giustizia.
Questo non ha più lo stesso valore di quando avevo 15 o 20 anni.
Oggi sono una consulente aziendale e marketing, ma anche formatrice e coach. 
In che modo riesco a dar voce al mio senso di giustizia, nel lavoro? 
Trovando contesti e realtà dove i i valori in cui credo siano rispettati e incoraggiati, anziché ignorati.
 

ALCUNI DEI BRAND CON CUI HO AVUTO IL PIACERE DI LAVORARE

Artmosphera Design (Santa Maria di Sala, Venezia) – Ambrosi Metal Creations (Valeggio sul Mincio, Verona) – Ambulatorio Polispecialistico Recchia (Verona) – Birreria Lyon (Salionze, Verona) – Cambridge School (Verona) – Camping Butterfly (Peschiera del Garda, Verona)  – Carla Peccolo (Porcia, Pordenone) – Changuitos (Verona) – Consulente Carolina Venturi (Tarceto, Udine) – Enaclab (Verona) – Dietofarm Spa (San Marino) – Dott. Geometra Arianna Filipozzi (Verona) – Dudo Veste Nudo (Villafranca di Verona) – Flower Design Tania Muser (Verona) –  Fotografo Ernesto Lillus (Villafranca di Verona) –  Immobiliare Morando (Valeggio sul Mincio, Verona) – LaTuaCasa (Verona) – MC Auto (Castelnuovo del Garda, Verona) – Multicoopter Drone (Terni) –   Pentaformazione (Sommacampagna, Verona) –  Riviera Carducci (Peschiera del Garda, Verona) –   Vini Rizzi (Bovolone, Verona) – Vivakids (Monfalcone, Gorizia) 

CHI SONO

 

5 COSE PER CONOSCERMI MEGLIO

1. Ho vissuto in diverse parti del mondo: Brasile, Portogallo, Germania, ma anche in alcune città italiane come Bologna, Forlì, Mantova.

2. Ho scritto e pubblicato un libro sul tema della responsabilità sociale di impresa, nello specifico uno studio comparato tra Italia e Portogallo.

3. Sia in estate che in inverno amo fare trekking nelle montagne circostanti: la mia ricompensa è la vista mozzafiato dall’alto.

4. A chi mi chiede qual é la cosa che amo di più, non ho dubbi:  “viaggiare”.   Obiettivo di vita: visitare tutto il mondo!

5. Da gennaio 2019 sono ufficialmente Sommelier Ais 😉

Carol è una professionista seria e concreta. Va subito al sodo con consigli ed opinioni molto utili e mirate al proprio caso specifico. In un’ora di consulenza mi ha aiutata a capire e chiarire alcuni concetti importanti per migliorare l’aspetto online della mia attività. Grazie mille!

– Chiara Belloni-

FOGLIOLINE ORIZ VERDI

Il mio motto è “vinci tu, vinco io”  perché nel momento in cui iniziamo a lavorare insieme diventiamo una squadra in cui i tuoi obiettivi diventano anche i miei.