COME CREARE CONTENUTI DI VALORE PER ATTIRARE NUOVI CLIENTI

contenuti valore clienti
Creare contenuti di valore per i nostri utenti è una strategia sempre più  frequente per fare lead generation, ossia attrarre nuovi clienti, sul web.
Per confezionare una strategia completa, dovrete necessariamente lavorare sulla creazione di contenuti straordinari che riguardano la vostra impresa e i vostri prodotti.
Due motivi fondamentali ci spingono a compiere questa scelta:
1. Il primo è che i contenuti di valore sono quelli che riescono ad attrarre link da altri siti: questo aspetto è molto importante per far diventare il vostro sito una fonte autorevole.
Questo scambio di link verso il vostro sito/blog ha un duplice vantaggio: da un lato porta visitatori qualificati verso il vostro sito, persone con un reale interesse per i vostri servizi e prodotti; inoltre indica a Google che il vostro sito ha del materiale interessante e referenziato permettendovi di ottenere un migliore posizionamento nei risultati di ricerca di Google.
2. Il secondo motivo è connesso alla facilità e alla velocità con cui gli stessi vengono condivisi sui social networks. Se i contenuti creati hanno un particolare valore per i vostri potenziali clienti, questi saranno maggiormente propensi ad interagire con essi.
Anche questo porta un duplice vantaggio: se da una parte la condivisione massima permette di avere una distribuzione virale dei tuoi contenuti facendone conoscere il valore a nuovi potenziali clienti, dall’altra lo stesso algoritmo social vi premia dando anch’esso maggior visibilità.

 

Nella pratica, come creare contenuti di valore?

Il primo consiglio, specie se state iniziando ora, è di provare con diversi generi di contenuto, per capire qual è il più efficace. A tipologie diverse di contenuto corrispondono differenti apprezzanti e, quindi, anche target differenti.
Infatti la base di partenza è la conoscenza del proprio target e il punto della customer journey map in cui andrà “inserito” il contenuto.
Di seguito alcuni spunti, tipi di contenuto che possono aiutarvi, sia nel produrre i vostri, sia nella diversificazione degli stessi nel tempo e nella strategia di creazione.
 
Il secondo consiglio è di non limitarsi a una sola tipologia, ma immaginare un mix di questi contenuti nel tempo.
Alcuni esempi e relativa modalità di produzione:
  •           Articoli di blog: è il format più immediato e è quello che se “fatto bene” offre dei risultati fantastici anche in termini di credibilità e reputazione sul web.  Tecnicamente, si tratta di articoli su temi relativi al vostro settore di riferimento, nel quale approfondire, di volta in volta, un aspetto del vostro business. Date una struttura al tuo blog, organizzandolo in categorie corrispondenti a delle parole chiave, importanti per migliorare i risultati nei motori di ricerca.

  •           Video: trend e strumento content indiscusso del momento, permette un’immersione completa nel contenuto offerto. L’utilizzo dei video è strategico sia per il web, sia sui social.

    Brevi video di 2-3 minuti permettono di illustrare inoltre caratteristiche del vostro settore e della vostra azienda. Occorre maneggiare con cautela i video relativi a prodotti, più difficili da gestire, perché corrono il rischio di essere interpretati come spot pubblicitari.

  • Webinar: in Italia si stanno diffondendo velocemente in quanto rappresentano una modalità molto semplice di apprendimento online, oltra a una soluzione pratica in caso di impossibilità di fare lo stesso contenuto dal vivo (Covid docet). Si tratta soprattutto di seminari online su aspetti specifici del vostro settore, ospitati su apposite piattaforme (Zoom, GoToMeeting, Google Meet, etc.).

    Si tratta di una modalità più strutturata che prevede una preparazione approfondita, anche per le forme di esposizione e la scelta dei temi da trattare.

  • Podcast: è un programma audio che contiene la trattazione di un argomento specifico da parte di uno specialista, spesso sotto forma di intervista, simile a una breve trasmissione radio. In questo caso non sono da sottovalutare aspetti relativi alla comunicazione verbale, alla direzione e alla capacità di rendere un audio piacevole da ascoltare.

     

Chiudo con il terzo consiglio: continuate a donare senza paura!
L’aspetto meno intuitivo rispetto ai contenuti di qualità è che più ne pubblicate, più valore otterrete di ritorno. Più i contenuti saranno notevoli e più sarete trasparenti nel produrli, più link punteranno al vostro sito e migliore risulterà il vostro posizionamento sui motori di ricerca.
Per questo è indispensabile rimuovere dalla mentalità dell’imprenditore, dell’addetto alle vendite, del consulente, l’idea di custodire gelosamente i contenuti notevoli utilizzandoli invece per attrarre link al vostro sito, per costruire il vostro brand e per attirare persone verso il vostro business.
In altre parole, se create un contenuto di una certa qualità, che vi sarà costato fatica e risorse, non siatene gelosi!
Venti anni fa, l’efficacia delle azioni marketing era determinata dall’ampiezza del portafoglio.
Oggi, l’efficacia del marketing è strettamente interconnessa all’ampiezza della nostra intelligenza e della vostra capacità creativa.
 
 
 
Ti è piaciuto l’articolo? Se si, lascia un commento!
Inoltre potrebbe interessarti anche:

Cosa pubblicare sui social ai tempi del Coronavirus: focus su ristorazione, turismo, estetica e fitness

COSA PUBBLICARE SUI SOCIAL AI TMEPI DEL CORONAVIRUS: RISTORAZIONE, TURISMO, ESTETICA E FITNESS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *