MARKETING E CORONAVIRUS: 5 CONSIGLI PER NON AMMALARE IL TUO BUSINESS

CORONA VIRUS CAROL MARKETING

In queste ultime settimane il pensiero di tutto il mondo si è focalizzato solo ed unicamente sul corona-virus e al susseguirsi ininterrotto di notizie negative che invadono i media.
Le imprese vivono lo stesso straziante destino delle persone, chi in forma più diretta (pensiamo al settore del turismo completamente bloccato), chi di riflesso, per es. chi si occupa di B2B che deve di conseguenza adattarsi agli stravolgimenti dei loro clienti.
Le vendite sono crollate per molte realtà e la cosa peggiore è che non si sa quando si tornerà alla normalità (se si tornerà). In questa situazione le classiche tecniche di marketing non sono efficaci, anzi, a volte rischiano solo di far perdere dei soldi.

 

Allora cosa fare? Per cercare delle soluzioni, bisogna partire dal problema stesso.

Analizzando la situazione è possibile fare un paio di considerazioni generali.

Prima considerazione: siamo tutti collegati
Un po’ come è successo con la trasmissione del virus, anche per le imprese si è assistito ad un effetto domino: appena si è fermato un settore, un reparto, un rifornimento, a cascata se ne fermavano altri e così via, fino a un quasi totale blocco.

Seconda considerazione: il potere della comunicazione nell’era digitale
Dalle prime comunicazioni iniziali dei giornalisti fino agli infiniti messaggi nei gruppi facebook di ogni paesino, una cosa è certa: la comunicazione oggi è come un proiettile, veloce e letale.
Purtroppo non è stata gestita fin da subito come si doveva e gli effetti sono stati devastanti, ancor prima che la politica decidesse.

Terza considerazione: l’imprevisto che davvero non ti aspetti
Noi del marketing lavoriamo pianificando attività anche a distanza di anni, cercando di contemplare ogni possibile casistica.
Questo evento ha dimostrato che è impossibile prevedere davvero tutto e che esistono delle possibilità in cui bisogna cestinare anche i migliori dei lavori fatti.

 

Se queste possono essere considerate le lezioni apprese da quello che sta avvenendo oggi, come possiamo sfruttarle a favore del nostro business?

1° RICORDATI CHE SEI UMANO
Spesso detto, in questo caso diventa un imperativo: dall’altra parte hai delle persone impaurite e disorientate (come te!) che disdicono i tuoi servizi/prodotti perché ora le loro priorità sono altre.
Non ti arrabbiare, anzi! Cerca di essere comprensivo, aiutali a cercare delle opzioni che li rassicurano.
Se puoi, si una parte attiva nella tua comunità, sensibilizzando sul tema e intervenendo come meglio riesci, anche con la tua attività.
Sii etico: non è il momento di speculare (cosa tra l’altro vista). La gente non dimentica, ma soprattutto non è il caso…davvero no.

2° CURA ANCORA DI PIÙ LA COMUNICAZIONE
Il digitale ha permesso di avere una comunicazione one-to-one diretta e in tempo reale: sfruttala in senso positivo, facendoti trovare con un customer care attento, piuttosto che rassicurando ed aggiornando costantemente.
Prima o poi passerà tutto questo ed essere già connesso con il tuo cliente sarà un grande fattore di vantaggio.

3° RESILIENZA
Quando penso a questa parola mi viene in mente la foto di Fukushima, che, in mezzo alle macchine abbandonate per il disastro nucleare (altro evento più che imprevedibile), ha ricominciato a nascere la natura adattandosi al nuovo contesto.
Sii come la natura a Fukushima: parti dalla consapevolezza che il passato è andato e che ora la situazione è cambiata. Solo coloro che riusciranno ad adattarsi meglio, potranno andare avanti.
Pertanto non ti abbattere e continua a seminare pian piano cercando nuove strade ed alternative.

4° ATTENZIONE A COME INVESTIRE NELLA PROMOZIONE
Purtroppo le persone in questo momento sono meno propense ad acquistare. Investire in campagne pubblicitarie ora, si rischia di fare degli investimenti sbagliati.
Aspetta ed utilizza quel budget successivamente con una nuova strategia.

5° IL TEMPO E’ DENARO
Spesso ci lamentiamo di non avere tempo per fare dei cambiamenti o delle migliorie al nostro business: direi che è il momento giusto.
Siediti ed analizza il tuo business, fai un check sul suo stato di salute, inizia a creare quel nuovo servizio/prodotto che hai in testa da un po’ ma che non hai mai avuto tempo di sviluppare, piuttosto che sistemare le ultime cose in sospeso per farti trovare pronto una volta che tutto sarà passato.

Questi sono dei consigli generici applicabili un po’ a tutti. Ovviamente ogni business è una realtà a sé ed avrà bisogno dei suoi tempi e dei suoi spazi per ripartire appieno.
Chiudo consigliandoti infine la “pazienza”, cosa poco spesso utilizzata nel marketing (essere il primo, prima di tutti) che, secondo me, in questo caso non solo può evitarci di fare qualche brutta figura o cattivo investimento, ma ci aiuta a mettere meglio a fuoco quello che sta avvenendo.
D’altronde dicono che la pazienza sia la virtù dei forti…

 

Tu come la pensi? Cosa stai facendo per affrontare questo momento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *