SEO: 5 STRUMENTI GRATUITI PER IL TUO SITO

seo 5 tool

SEO è l’acronimo inglese per Search Engine Optimization e definisce tutte le attività volte a migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo.

Nello specifico, quello per noi più interessante in quanto quello più usato, è Google (utilizzato dal 94% degli utenti che fanno una ricerca con un motore di ricerca). Il colosso americano considera più di 200 fattori per determinare se un contenuto merita di essere posizionato tra i primi risultati di ricerca. Molti di questi fattori sono segreti, altri sono molto conosciuti e su questi la gente lotta per primeggiare…

Perché lottare per ottimizzare un sito web

I primi 5 risultati di ricerca, che ovviamente si trovano nella prima pagina sotto gli annunci sponsorizzati, ottengono il 67% di tutti i click. Ciò permette di acquisire traffico verso il vostro sito e, dita incrociate, delle conversioni, ossia le persone che atterrano sul tuo sito/blog compiono un’azione “interessante” per il tuo business (comprano qualcosa, ti mandano un’email, si iscrivono alla newsletter, etc.)

Come posso conoscere lo stato del mio sito, “seologicamente”* parlando

In questo articolo non voglio elencarvi gli innumerevoli criteri da tener conto per avere un sito ottimizzato per la Seo, ma vorrei fornirvi degli strumenti per vedere se state lavorando bene verso questa direzione.

Ho selezionato 5 tool (siti che fungono da strumenti online) che vi aiutano a controllare alcuni dei principali fattori richiesti dalla Seo.

Vi anticipo che non sono i migliori sul web, ma hanno il dono di essere semplici nell’utilizzo, utili nel dare il dato richiesto e gratuiti…direi che possa bastare… Alcuni sono in inglese, ma questo non ci spaventa, vero?

Li ho testati io personalmente e li ho scelti tra altri. Pertanto è una selezione che mi sento di raccomandare. Ecco la lista dei top 5:

 

1. Google Pagespeed Insights: controlla le prestazioni del tuo sito web.

I motori di ricerca stanno enfatizzando sempre più l’importanza di avere un sito rapido nei caricamenti. Un sito veloce infatti:

  • Facilita l’accessibilità degli spider alle risorse del sito
  • Migliora l’esperienza utente aumentando quindi i tassi di conversione

Google ha reso disponibile lo strumento PageSpeed che fornisce suggerimenti volti a migliorare i tempi di caricamento di una pagina web.

 

2. Sito Web Mobile Friendly: utilizzabile da mobile.

Se una parte considerevole del traffico organico verso il sito web proviene da dispositivi mobili, il grado di ottimizzazione mobile sarà un fattore determinante per il suo posizionamento.

Google ha infatti di recentemente annunciato un imminente aggiornamento dell’algoritmo che si focalizzerà su questo parametro di valutazione.

Anche in questo caso, Google ci viene in aiuto offrendoci uno strumento gratuito che fornisce consigli utili su come rendere un sito più mobile friendly.

 

3. Browseo: per scoprire come i motori di ricerca vedono il tuo sito web.

Questo forse è il più ostico per chi non ha molta conoscenza del linguaggio seo, ma fornisce molte informazioni perché ci ridà un’immagine di come i motori di ricerca vedono il nostro sito.

Infatti noi quando pensiamo a ottimizzare il nostro sito ci vengono in mente le immagini e molto altro… Google di tutto ciò se ne infischia! Lui guarda altre cose, come i titoli, le parole chiave e la loro concentrazione e molto altro.

Browseo vi fornirà l’elenco dei link interni ed esterni, un’anteprima di come appariamo su google quando ci cercano (SERP), la struttura stessa del sito.

 

4. Hubspot Marketing Grader: valuta l’aspetto marketing del tuo sito web.

Grader è di una semplicità unica: inserisci l’indirizzo del tuo sito web e lui ti restituisce un voto generale di performance e una serie di dati raffigurati in semplici grafici: mobile friendly, Seo generale e sicurezza. Questo vi serve per avere una valutazione veloce di come sta andando il vostro sito.

 

5. OpenLinkProfiler: i backlink più recenti.

L’algoritmo di Google si basa in gran parte sui link ed è quindi importante che un sito web abbia un profilo di backlink di qualità capace di influenzare la SERP per aumentare il traffico organico proveniente dai motori di ricerca. (Cosa diavolo ha scritto?!?)

Sintesi: creare link interni, che rimandano alle vostre stesse pagine, e link esterni, verso pagine con ottima qualità, aiuta a ottimizzare la Seo del sito e quindi il suo posizionamento.

Utilizzando questo tool potrai individuare i tuoi link interni ed esterni che provengono dal vostro sito e vedere se funzionano.

 

Dopo aver letto e utilizzato questi 5 semplici strumenti è probabile che qualche lampadina si sia accesa nella vostra mente o almeno qualche domanda ve la siate posta.

Nel caso tutto questo vi sia sembrato arabo, vi consiglio di leggere prima l’articolo “Come spiegare la Seo a tua nonna”, in cui spiego in parole semplici come funziona la Seo.

Il consiglio che posso darvi è di non affossarvi su questo argomento: è raro il caso in cui un sito sia ottimizzato alla perfezione in ogni suo aspetto. Pensate a quello che sapete fare bene, al budget che avete a disposizione e alle implementazioni che possono potenzialmente dare il massimo ritorno al vostro investimento.

 

Se siete in gamba nel creare e promuovere contenuti, selezionate con cura le parole chiave e concentratevi su questa attività.

Se volete ottimizzare un sito web complesso e di grandi dimensioni, focalizzatevi invece sull’ottimizzazione SEO tecnica (o assumete qualcuno che lo faccia per voi).

Ricordate, l’obiettivo finale di qualsiasi campagna di ottimizzazione SEO è quello di ottenere più visibilità e traffico organico per il vostro business.

*Seologicamente: termine inventato da me di sana pianta =P

2 commenti su “SEO: 5 STRUMENTI GRATUITI PER IL TUO SITO”

  1. Ꮐreetings from Los angelеs! I’m bored to tears at work so
    I decided to browse your blog оn my ipһone during
    lunch break. I enjoy the info you preѕent here and can’t wɑit to take a look
    when I ցet home. I’m surprised at how fast your Ƅlog loaded on my cell
    phone .. I’m not even using WIFI, just 3G ..
    Anyhow, supеrb blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *