COME FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DEL PROPRIO BUSINESS

punto situazione carol marketing

Fine anno è il periodo per eccellenza per fare bilanci e resoconti. Ma noi abbiamo pensato bene di farlo ad Agosto!
Infatti è buona norma fare check-up della propria attività diverse volte all’anno al fine di capire se si sta andando nella giusta direzione o se c’è bisogno di un’aggiustatina.
Per aver chiaro cosa non funziona, come migliorare i processi e la comunicazione, dove intervenire per raggiungere i tuoi obiettivi di business bisogna come prima cosa fare il punto della situazione attuale.

 

Come fare il punto della situazione?

Per rendere semplice questo lavoro affronteremo insieme i 6 punti più importanti del tuo marketing attraverso delle domande essenziali:

1. TARGET: i veri protagonisti, ossia il tuo pubblico. Conoscere il tuo target ti serve se vuoi una comunicazione mirata ed efficace.
• chi sono (età, sesso, luogo, interessi, etc)?
• cosa li spinge verso il tuo business?
• quanti sono? (questo dato è importante per tarare le forze necessarie per intercettarli)

2. CONCORRENZA: spesso trascurata nell’analisi, rappresenta una vera e propria forza che può condizionare anche fatalmente la tua attività.
•  Conosci i tuoi concorrenti (online/offline)?
• In che posizione sei rispetto a loro?
• Come ti differenzi dai tuoi concorrenti? 

3. MESSAGGIO: si riferisce al contenuto della tua comunicazione che non deve limitarsi al “vendo questo servizio/prodotto”, ma trasmettere il tuo valore.
• il contenuto è in linea con il tuo business?
• trasmette valore emozionale?
• contiene elementi di creatività e originalità?

4. STRUMENTI: il numero di strumenti utilizzabili per il marketing oramai è incalcolabile. Tuttavia non tutti vanno bene per il nostro business.
• hai selezionato gli strumenti più idonei al tuo business?
• riesci a raggiungere il tuo target?
• utilizzi strumenti online, offline od entrambi?

5. BUDGET: fare marketing ha un costo. Anche la gestione del budget è un elemento per capire come ti stai promuovendo.
• hai stabilito e pianificato un budget per l’anno 2017? Se si, lo stai rispettando?
• hai calcolato quanto ti ha reso ogni campagna in base a quello che hai investito?
• come calcoli il budget da investire?

6. OBIETTIVI: la definizione degli obiettivi diviene uno strumento per monitorare l’andamento delle tue azioni. I tuoi obiettivi a tal fine dovranno essere SMART: specifici, misurabili, raggiungibili, realistici e con un orizzonte temporale definito.
• quanti e quali degli obiettivi prefissati sono stati raggiunti?
• verificare se gli investimenti effettuati hanno prodotto i risultati sperati?
• individuare quali sono stati i risultati concreti raggiunti?

Sono 18 domande (dai, nemmeno così tante…). Rispondi ad una a una in modo dettagliato e vedrai che uscirà una prima fotografia di com’è la situazione attuale del tuo marketing.

Solo un ultimo consiglio: siate obiettivi, non innamoratevi del vostro progetto, della vostra strategia. Non c’è rischio peggiore che quello di “raccontarsela” perché abbiamo bisogno che funzioni e che sia vincente anche quando, palesemente, non lo è: avrete sempre bisogno dell’avvocato del diavolo, che mai, come quando dobbiamo iniziare a valutare preventivi e spendere, è utile e gradito. 

Ma non è finita! Per una analisi più approfondita invierò venerdì prossimo a chi è iscritto alla newsletter un canvas per poter fare il check up della propria comunicazione online: sito e social.

Non sei ancora iscritto? Fallo ora cliccando qui! =)

Rispondi