PAGINA FACEBOOK CON SCARSI RISULTATI: ATTENTO A QUESTI 5 ERRORI!

5 errori pagina aziendale Facebook - Carol Marketing

Ti avevano detto che per promuovere la tua attività dovevi creare una pagina Facebook e alla fine ti ritrovi a dedicarci tempo e denaro con risultati scarsi o addirittura nulli?

Non è che Facebook non funzioni, perché c’è chi ottiene risultati strepitosi, chi buoni risultati, e chi poco o nulla…eppure Facebook è uguale per tutti. Infatti la differenza non sta nello strumento, ma nel modo in cui TU Imprenditore lo utilizzi per promuovere la tua attività.

Il fatto che tu sia in grado di aprire una pagina e scrivere dei post o pubblicare foto e video, non fa di te un esperto di social media marketing. Facebook, è semplicemente un canale di comunicazione, che ha le sue regole ed i suoi meccanismi e, ignorarli, vuol dire incontrare delusioni certe.

Tuttavia puoi fare una prima analisi della tua pagina e scoprire se stai commettendo uno o più di questi “classici” 5 errori:

1. Utilizzi un profilo privato invece di una pagina aziendale per promuovere il tuo business
Oltre a non poterlo fare per la normativa di Facebook (con rischio la chiusura del profilo), una pagina aziendale ti permette di avere accesso a tutta una serie di strumenti indispensabili per promuoversi con questo social:
– gli “insight”, ovvero una serie di dati e statistiche che misurano l’andamento della tua pagina. Potrai quindi raccogliere informazioni preziose per migliorare la tua strategia.
– Indicizzazione dai motori di ricerca: i contenuti pubblicati nella nostra pagina saranno visibili anche fuori da Facebook, in particolare su Google.
– Pubblico illimitato, a differenza di un profilo che ha un limite di 5mila utenti e non è nemmeno targettizzato per interessi.

2. Mancanza di una strategia marketing
Chi vuole pubblicare su Facebook, ha bisogno di un piano editoriale e di una strategia ed è fondamentale che questa sia allineata agli obiettivi di marketing. Pubblicare solo per riempire la pagina, risulta essere una notevole perdita di tempo e risorse.
Un errore molto comune è concentrare la pubblicazione dei post solo quando si ha tempo, magari nel week end. Il risultato? Tante pubblicazioni nello stesso giorno ad intervalli di mezz’ora, seguiti dal silenzio totale…gli utenti percepiscono tutto ciò come mancanza di professionalità e discontinuità nel messaggio.
Pertanto stabilisci una linea ed un piano editoriale, che determineranno la quantità dei post settimanali che pubblicherai, il loro tono e, ovviamente, dovrai cerca di creare quanto più valore possibile, per fare in modo che le persone si interessino spontaneamente a ciò che vendi.

3. Mancanza di interazione con i fans
La vita sui social segue le stesse regole della vita reale, quindi comportati come se avessi a che fare con un tuo potenziale cliente nel tuo negozio/ufficio. Rispondi sempre alle sue domande in modo cordiale e competente, se chiede informazioni sui tuoi prodotti o ha fatto un acquisto sul tuo ecommerce o, semplicemente, se vuole lamentarsi del servizio, proponi sempre una soluzione. E durante la giornata, ricordati di ritornare sulla pagina per controllare se qualcuno ha aggiunto qualcosa, fatto domande o mandato un messaggio.

4. Non vendere, ma crea valore
Facebook è un luogo di conversazione, non è un canale televisivo dove tu lanci lo spot pubblicitario e gli spettatori subiscono passivamente. Pertanto tartassare il tuo pubblico con post su post di vendita non fa altro che portare ad un’unica azione del tuo utente: “non mi piace più”.
Ciò che ti consiglio di fare è creare contenuti di valore, per far apprezzare il tuo brand e, sfruttare questo vantaggio in un secondo momento per vendere.

5. Non utilizzare le sponsorizzazioni
Un’altra errata convinzione degli imprenditori su Facebook è che sia uno strumento totalmente gratuito e che non necessiti di particolare impegno per generare risultati.
Impara a sponsorizzare i post al giusto target, usa funzioni come il retargeting e il pubblico simile per trovare ed estendere sempre più il target. Ciò ti permetterà di raggiungere persone che non ti stavano cercando direttamente, ma che potrebbero essere interessate al tuo servizio/prodotto.

Ora sei pronto per rimediare ai tuoi errori e utilizzare efficacemente la tua pagina aziendale su Facebook.
E tu? Quali di questi errori stavi facendo? Come li ha risolti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *